News

Un popolo molto antico

Mi è capitata sotto gli occhi questa tabella, se non erro pubblicato nel 2016, dove sono indicate le presumibili datazioni degli inumati nel sito di Monte ‘e Prama. Dalle datazioni…

Corongiu Maria, un nuraghe “con vista”

Il “Corongiu Maria”, in territorio di Nurri, è un protonuraghe posto in una posizione dominante ai margini di Pranu e Muru, la colata lavica basaltica in territorio di Nurri, a…

Is Paras

“Il Nuraghe Is Paras di Isili è uno dei più particolari e caratteristici dell’intera Isola. Infatti la sua peculiarità è il colore bianco della sua superficie, dovuto all’utilizzo della pietra…

Il nuraghe Appiu

L’archeologo Augusto Mulas, così descriveva il Nuraghe Appiu di Villanova Monteleone in una sintetica relazione redatta nell’anno 2014: Il nuraghe Appiu, ubicato nel territorio del comune di Villanova Monteleone (SS),…

Pheleseth, chi erano costoro?

Nel saggio di Dolores Turchi “L’incubazione nella civiltà nuragica”, si legge quanto segue: <<Il filosofo Filipono, nel VI secolo d.C. scriveva: “Alcuni scrittori hanno tramandato che certe persone afflitte da…

S’Arcu ‘e is Forros

Nel settembre del 2012, sulla pagina FB di Archeologia Viva, autorevole rivista di settore, si era innescato un interessante dibattito sull’origine dei segni che apparivano sui cocci di un’anfora rinvenuta…

L’ordalìa

La religiosità dei Sardi nuragici si è caratterizzata, in modo particolare, per il culto delle acque, che rappresentavano per certi versi una “benedizione” della natura, ma a volte anche il…

Sardegna ed Egitto

Mi siano consentite alcune riflessioni, senza alcuna pretesa di scientificità, ma che mi auguro siano comunque utili per stimolare qualche riflessione. Le prime due immagini ritraggono un frammento di vaso…

Scala ‘e Cresia

Tra le testimonianze archeologiche del nostro antichissimo passato, un posto di rilievo merita senza dubbio il santuario di Scala ‘e Cresia o Sa Grutta ‘e is Caombus a Morgongiori, specie…

Divinità lunari

Le rovine del tempio di Astarte sono visibili sulla sommità della Sella del Diavolo di Cagliari. Questa divinità fenicia, identificabile con la punica Tanit, rappresentava la dea madre ma era…

Splendono i nuraghi

La bella foto notturna scattata da Valentino Selis al nuraghe Orolio di Silanus può considerarsi emblematica dell’ammirevole iniziativa riportata qui di seguito e volta a rendere visibili, anche tramite un’adeguata…

Il “bipenne”

In un passo del libro “Ricerche preistoriche in Sardegna” (2005) l’autore, l’archeologo Enrico Atzeni, si sofferma sulla descrizione di una statua menhir, in merito alla quale egli così riferisce: “…
Menu