PROTOCOLLO D’INTESA
per la realizzazione in collaborazione del
PROGETTO “MASTER JUNIOR SULLA CIVILTA’ NURAGICA”

Tra

l’Associazione “APS La Sardegna verso l’Unesco” con sede legale in Via Malpighi 4, Cagliari, rappresentata dal suo Presidente Pier Paolo Vargiu, Responsabile legale (di seguito denominata “Associazione”), C.F. 92260980922

e

l’“Assessorato della pubblica Istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport”, della Regione Autonoma della Sardegna con sede in Cagliari viale Trieste 186, rappresentato dall’Assessore Dott. Andrea Biancareddu (di seguito denominata “Assessorato”), C.F. 80002870923

e

l’“Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte”, con sede in corso Vittorio Emanuele 70, (10121) Torino rappresentato dal Direttore Generale dott. Fabrizio Manca, CF: 97613140017

e

la “Fondazione di Sardegna” con sede in Cagliari via San Salvatore da Horta 2, rappresentata dal Presidente ing. Antonello Cabras (di seguito denominata “Fondazione”) CF: 0009642096

e

il “Banco di Sardegna” con sede in Sassari, Piazzetta Banco di Sardegna, n. 1 rappresentata dal avv. Antonio Angelo Arru, (di seguito denominata “Banca”), C.F. 01564560900

di seguito identificate collettivamente come le “Parti”.

Premesso che

L’Assessorato della pubblica Istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport”, della Regione Autonoma della Sardegna ha tra i propri compiti istituzionali sia la valorizzazione e la promozione dei beni culturali degli istituti e dei luoghi della cultura, che la promozione della formazione integrata nella scuola secondaria, l’innovazione didattica e l’orientamento formativo.

L’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte

  • cura, come suo compito istituzionale, nell’ambito territoriale di propria competenza, l’attuazione delle politiche nazionali per gli studenti e l’azione di supporto alla flessibilità organizzativa, didattica e di ricerca delle Istituzioni scolastiche;
  • promuove la progettazione e l’organizzazione dei processi formativi, anche a mezzo di convenzione con Enti ed Istituzioni che perseguono la qualificazione e la riqualificazione culturale e professionale;
  • favorisce la promozione di iniziative rivolte a tutte le Istituzioni scolastiche pubbliche all’interno della Regione, siano esse statali o paritarie, di formazione, di dibattito, di informazione, di approfondimento e di ricerca, comunque atte a promuovere forme di alta qualificazione, riqualificazione e inserimento socio-culturale del Personale scolastico, e tutto quanto concerne la formazione continua di pubblici dipendenti.

La Fondazione di Sardegna

  • persegue finalità di interesse pubblico e di utilità sociale e, in particolare, promuove lo sviluppo socioeconomico della Regione Sardegna;
  • sostiene progetti didattici innovativi che rendano i processi formativi più attuali, attraenti e competitivi e favorisce il recupero, la tutela e la valorizzazione del patrimonio artistico, architettonico, archeologico e storico della regione.

L’Associazione “APS La Sardegna verso l’Unesco”

  • ha tra i propri compiti statutari lo sviluppo della conoscenza del patrimonio culturale e archeologico della Sardegna con particolare riferimento al procedimento di Nomina nella Lista del Patrimonio dell’Umanità Unesco dei Monumenti della Civiltà Nuragica (a riguardo si precisa che l’istanza alla Commissione Nazionale Italiana Unesco è stata inserita nella Tentative List dell’annualità in corso);
  • si propone la realizzazione di progetti, in collaborazione con enti pubblici e con privati e/o in coordinamento con istituti scolastici, per la diffusione di conoscenze idee ed orientamenti sul patrimonio culturale, storico ed archeologico, della Sardegna a radice della propria identità e quale motore del possibile sviluppo anche economico dell’isola.

Il Banco di Sardegna partecipa a iniziative nelle classi degli istituti secondari di secondo grado volte a favorire la percezione delle potenzialità e le possibilità di lavoro per il loro sviluppo sia nell’ambito di impresa sia in quello culturale.

Tutto ciò premesso

SI CONVIENE E STIPULA quanto segue

Articolo 1 – Finalità

Le premesse costituiscono parte integrante del presente Protocollo d’intesa.

Mediante la sottoscrizione del presente Protocollo, le Parti intendono instaurare un rapporto di collaborazione, nel quale le attività delle Parti stesse possano coordinarsi reciprocamente per la realizzazione degli obiettivi comuni diretti alla massima diffusione della conoscenza del patrimonio culturale archeologico, storico e ambientale della regione Sardegna, con particolare riferimento alle architetture e costruzioni nuragiche realizzate nel periodo della c.d. “civiltà nuragica”, nonché delle specificità degli insediamenti in rapporto alla storia del paesaggio sardo e della storia delle sue comunità.

Articolo 2 – Impegni delle parti

L’Associazione “APS La Sardegna verso l’Unesco” e la “Fondazione di Sardegna”, il “Banco di Sardegna” si impegnano fin da ora alla collaborazione reciproca, mettendo a disposizione le proprie competenze e capacità scientifiche al fine di individuare enti, istituzioni, organizzazioni e associazioni che possano contribuire attivamente alla realizzazione delle iniziative da realizzare, in accordo ai termini di seguito specificati e ad eventuali ulteriori pattuizioni intervenute tra le medesime.

L’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte si impegna alla diffusione delle iniziative proposte attraverso i propri canali istituzionali e alla sensibilizzazione delle scuole secondarie di secondo grado, destinatarie delle attività del progetto, verso le finalità del master.

Articolo 3 – Oggetto della collaborazione

  1. La collaborazione suddetta si realizzerà in particolare attraverso la organizzazione e la realizzazione nel corso dell’anno scolastico 2021-2022 di un master denominato “master junior sulla civiltà nuragica”, rivolto agli studenti degli istituti scolastici superiori, il cui obiettivo è trasmettere elementi di conoscenza di base nelle discipline che riguardano lo studio dello sviluppo, nei primi millenni a.c. in Sardegna, della c.d. “civiltà nuragica e prenuragica”.

Saranno oggetto di approfondimento i rapporti con l’archeologia, la storia e la preistoria, l’architettura e il paesaggio, l’antropologia, le nuove tecnologie di studio, i modelli di sviluppo economico, la comunicazione e il marketing.

Le modalità realizzative del master sono definite nel “programma operativo”, nel quale vengono individuati ruoli e funzioni dei soggetti promotori, che si allega al presente Protocollo e ne costituisce parte integrante. La programmazione ed il coordinamento delle attività verrà svolta, in particolare, in sede di “Comitato paritetico” a cui partecipano i referenti delle parti.

  1. In relazione agli esiti del 1° master junior svolto, le Parti concorderanno le modalità dell’eventuale rinnovo del corso per i successivi anni scolastici.
  1. Il contenuto del presente Protocollo sarà diffuso dalle parti attraverso i canali istituzionali di ciascuna.

Articolo 4 – Comitato paritetico

In attuazione del presente Protocollo è istituito un Comitato paritetico, composto da due rappresentanti dell’associazione “APS La Sardegna verso l’Unesco” ed un rappresentante per ciascuna delle altre Parti, che ne curerà la corretta applicazione, nonché la progettazione e le modalità idonee per la più ampia diffusione dell’iniziativa e per la realizzazione di azioni comuni.

Le Parti si impegnano a nominare il Comitato paritetico entro 30 giorni dalla sottoscrizione del presente Protocollo di Intesa.

I Referenti delle Parti avranno funzioni di coordinamento, indirizzo, gestione e monitoraggio delle attività relative al Protocollo di intesa come dettagliato nel programma operativo allegato.

Articolo 5 – Proprietà intellettuale

 La proprietà intellettuale dei contenuti di natura teorica e metodologica che ciascuna Parte mette a disposizione del Protocollo rimane in via esclusiva di titolarità della Parte stessa. La proprietà intellettuale di eventuali contenuti o altro tipo di materiale elaborato e sviluppato nell’ambito del Protocollo è da considerare patrimonio comune delle Parti. L’eventuale utilizzo in altri ambiti di informazioni, materiali o altro genere di contenuto, potrà avvenire solo previo specifico accordo tra le Parti.

Articolo 6 – Finanziamento delle attività

  1. L’attuazione delle attività svolte ai sensi del presente Protocollo d’intesa e relative all’anno di durata del Protocollo stesso è assicurata, oltre che dall’eventuale apporto di professionalità e risorse strumentali messe volontariamente a disposizione da ciascuna delle Parti, dalla copertura dei costi sostenuti dall’Associazione mediante i contributi finanziari della Fondazione di Sardegna, e dal Banco di Sardegna, nella misura di 6.000 €, nel rispetto delle indicazioni recate dal Programma operativo.
  2. Nessun ulteriore onere è previsto a carico delle parti.

Articolo 7 – Durata, procedura di rinnovo e facoltà di recesso

  1. Il presente Protocollo d’intesa ha durata di 1 anno, a decorrere dalla data di stipula.
  2. Al termine del primo anno, il Comitato paritetico effettuerà un monitoraggio sui risultati raggiunti, comprendente le eventuali proposte modificative o integrative per gli eventuali successivi corsi.
  3. Il Protocollo potrà essere rinnovato per espressa volontà delle Parti.
  4. Le Parti potranno recedere anticipatamente dal presente Protocollo d’intesa con nota di posta elettronica certificata, salvo il compimento delle attività in corso all’atto della comunicazione di recesso, da inviare con preavviso di almeno un mese.

Articolo 8 – Trattamento dei dati personali

Le Parti provvedono al trattamento e alla comunicazione dei dati personali relativi al Protocollo nell’ambito del perseguimento dei propri fini, nonché si impegnano a trattare i dati personali unicamente per le finalità connesse all’esecuzione del presente accordo, in conformità al disposto del D.lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e successive modifiche e alle disposizioni contenute nel Regolamento UE 2016/679, restando fermi gli obblighi di trasparenza e di pubblicità previsti in capo alle pubbliche amministrazioni.

Articolo 9 – Utilizzo dei segni distintivi delle parti

La collaborazione di cui alla presente Intesa non conferisce alle Parti alcun diritto di usare per scopi pubblicitari o per qualsiasi altra attività promozionale, alcun nome, marchio, logo o altra designazione delle parti (incluse abbreviazioni). Eventuali iniziative promozionali, finalizzate alla diffusione dell’attività oggetto del Protocollo, dovranno essere concordate tra le parti.

Cagliari 10 dicembre 2021

L’Assessorato della pubblica Istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport”, della Regione Autonoma della Sardegna

(Andrea Biancareddu)            ……………………………………………….……………………………………………………

L’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte

(Fabrizio Manca)                    ……………………………………………….……………………………………………………

La Fondazione di Sardegna

(Antonello Cabras)                 ……………………………………………….……………………………………………………

L’Associazione “APS – La Sardegna verso l’Unesco”

(Pierpaolo Vargiu)                  ……………………………………………….……………………………………………………

Il Banco di Sardegna

(Antonio Angelo Arru)            ……………………………………………….…………………………………………………..

Condividi su
Menu