6a: Nuraghe Oes – Giave

6a: Il nuraghe Oes di Giave “ è noto soprattutto per le insolite caratteristiche costruttive della torre principale, che contiene un’unica camera a “tholos” suddivisa in tre ambienti da solai lignei sostenuti da riseghe e fori ricavati nelle strutture murarie.
Esso fa parte di un vasto insediamento che include un antemurale provvisto di torri, un’area sacra – con “temenos” e tempietto “a megaron” – e, tutt’intorno, un vasto abitato.
Il monumento è costituito da una torre principale alla quale si addossa un bastione bilobato a due livelli che racchiude due torri secondarie ed un cortile.
Alla torre principale circolare (diam. m 16,15; alt. m 11,40) si accede attraverso il finestrone del primo piano raggiungibile scalando la cortina muraria del bastione ed il riempimento del cortile…Percorrendo la scala elicoidale si raggiunge l’andito che introduce nell’ambiente del secondo piano, ellittico e ampiamente svettato…Al bastione si accedeva mediante due ingressi disposti rispettivamente nelle cortine SE e NE.
L’accesso principale, realizzato al centro della cortina SE, introduce in un corridoio con botola-caditoia e nicchia che sfocia in un angusto passaggio oggi inaccessibile”. (Comune di Giave)
Le foto del Nuraghe Oes di Giave sono di: Diversamente Sardi, Giovanni Sotgiu, Bibi Pinna, Antonello Gregorini, Francesca Cossu, ArcheoUri Vagando e Romano Stangherlin.

Condividi su
Menu