27a: Nuraghi Armungia ad Armungia e Serra Madau a Villasalto

27a: Il nuraghe Armungia s’innalza sul margine est-nord-est dell’omonimo abitato, tra i rilievi montuosi del Gerrei, in posizione dominante sulla valle del Flumendosa. L’edificio è un monotorre dal diametro di circa 13 metri alla base e un’altezza residua massima di 10,5 metri. L’opera muraria esterna, di cui si conservano 21 filari di blocchi di scisto calcareo, diventa più accurata man mano che il paramento risale verso l’alto, con pietre che vanno diminuendo di proporzione dal basso verso la sommità. La parete d’ingresso al monumento, orientata a sud-est, mostra un vistoso restauro finalizzato a reintegrare le strutture murarie. Dal corridoio si accede al grande vano a tholos, che ha un diametro alla base di 5,40 metri e raggiunge un’altezza di 8,25 metri, con bella disposizione di 31 filari orizzontali di pietre a taglio prevalentemente subquadrato.

A 3,50 metri di altezza dal pavimento della camera, nel tratto di parete compreso tra il corridoio e la cella a sud-ovest, si apre l’ingresso della scala ricavata all’interno della massa muraria che conduceva al terrazzo. (Sardegna Cultura)

Il Serra Madau, di Villasalto, è un singolare monumento, composto da due torri sovrapposte, si erge solitario su una rupe altissima e impressionante a dominio della grande vallata del Rio “S’Acqua Callenti” proprio in prossimità del congiungimento con la valle del Flumendosa.

Le foto del nuraghe Armungia sono di Giovanni Sotgiu, Andrea Mura-Nuragando Sardegna e Bibi Pinna. Quelle del nuraghe Serra Madau di Villasalto sono di Bibi Pinna, Nicoletta Muscas e Marina Olla.

 

Condividi su
Menu