16a: Insediamento nuragico di Muru Mannu, Nuraghe Cannevadosu, Museo G.Marongiu – Cabras

16a: Il Museo Civico Giovanni Marongiu di Cabras, inaugurato nel 1977, ospita il ricchissimo patrimonio della Penisola del Sinis e in particolare gran parte dei reperti (statue, betili, modellini di nuraghe…) rinvenuti nel sito di Monte ‘e Prama.

Il colle di Muru Mannu, nell’area del complesso archeologico di Tharros (Cabras), accoglieva un villaggio nuragico di cui oggi rimangono i resti di alcune delle capanne in cui si articolava. Su questi ruderi venne quindi realizzato il tofet, la tipica necropoli del periodo fenicio-punico.

Il Nuraghe Cannevadosu di Cabras si trova a circa 800 m S.O. del sito di Monte ‘e Prama e a circa 8 Km a Ovest di Cabras. E’ un Nuraghe “a tancato”: presenta sulla fronte della torre principale un corpo murario regolare che racchiude una torre minore ed un cortile interposto fra le due torri.

Le foto di alcune statue e altri reperti rinvenuti a Monte ‘e Prama sono di Nicola Castangia e del Museo Giovanni Marongiu di Cabras. Le foto del complesso archeologico di Tharros sono di Cinzia Olias; quella del sito di Muru Mannu, sempre a Tharros, è di Valentino Selis, mentre le immagini del nuraghe Cannevadosu (Cabras) sono di Marco Cocco e Francesco Cubeddu (foto aerea).

Condividi su
Menu