68.2 e 68a.2: Il nuraghe Lure di Sedilo e il nuraghe Bighinzone di Borore.

68.2 e 68a.2: Il “Lure”, in territorio di Sedilo, è un nuraghe monotorre in basalto che conserva la tholos integra e alta circa 11 metri. Dall’ingresso, alto m. 1,60 si accede al corridoio e, subito sulla sinistra, alla scala composta da 13 gradini.
Il “Bighinzone” di Borore, “è ora noto come Nuraghe Urpes, ma in realtà si tratta appunto del Nuraghe Bighinzone, mentre l’Urpes, che sorgeva nelle vicinanze, è andato completamente distrutto. Il nuraghe sembra in apparenza un monotorre, mentre invece, ad una analisi più attenta delle strutture, risulta essere un quadrilobato con cortine a profilo concavo-convesso, delimitato a sua volta da un antemurale con torri di cui restano ancora poche ma significative tracce.” (A. Moravetti 1998)
Le foto del nuraghe Lure sono di Gianni Sirigu, Marco Cocco e Romano Stangherlin. Quelle del nuraghe Bighinzone sono di Andrea Mura-Nuragando Sardegna e Gianni Sirigu.

 

 

Condividi su
Menu